L'universo è governato da cicli energetici. Ogni giorno sulla Terra vediamo questi cicli ripetersi nell'alternarsi tra il giorno e la notte, e così nell'alternarsi delle 4 stagioni: all'equinozio di primavera succedersi dapprima il solstizio d'estate e poi l'equinozio d'autunno, e poi il solstizio d'inverno e poi così, via di nuovo, in una ciclica danza. Ma oltre a questi cicli, facilmente percettibili nel corso di una vita, esistono cicli di proporzioni assai più grandi. Oggi, secondo alcuni, ci troviamo nel mezzo di quello che è forse il più grande ciclo di trasformazione, uno di quelli che si verificano solo una volta ogni 25.920 anni (il grande anno galattico o platonico). Secondo il Calendario Maya, il popolo, che tra tutte le culture apparse sul mondo, era senz'altro quello più ossessionato dalla misurazione del tempo (il calendario Maya è estremamente preciso: riuscirono a calcolare la durata di un anno solare in 365,2420 giorni con un errore per difetto di soli 0,0002 giorni mentre quello attualmente utilizzato erra di circa di 0,0003 giorni), il punto più critico di questo importante ricambio energetico sarebbe stato individuato nella data del 21/22 dicembre 2012(in questa data dai Maya sarebbe stato individuato un ri-allineamento tra il Sole e la stella Sirio, di cui il Sole sembrerebbe esserne Satellite), ma in realtà non abbiamo nessuna certezza sull'esattezza delle misurazioni temporali successivamente adottate, dapprima con l'adozione del Calendario Giuliano, e poi con l'ingresso del Calendario Gregoriano, il sistema di misurazione temporale attualmente in vigore in gran parte del mondo.

In base alle teorie sulla sincronicità degli eventi l'uomo consapevole, per dare maggiore forza al proprio cammino evolutivo, deve prestare particolare attenzione al riconoscimento di quegli eventi apparentemente sconnessi, ma in realtà segni e segnali di un piano creativo, di una realtà cosmica intelligente, dotata di una propria direzione ed intenzione. Non a caso, nel corso degli anni '70, nel musical americano "Air", si ventilava l'avvento di una nuova era; non a caso il brano di maggior spicco del musical si intitolava "Aquarius"( "….Quando la luna entrerà nella settima casa e Giove sarà allineato con Marte, sarà la pace a guidare i pianeti e l'amore a far muovere le stelle. E' l'alba dell'Era dell'Acquario"……); difatti l'autore del film associava l'avvicinarsi di una nuova era di pace e fratellanza all'ingresso del punto vernale nel segno dell'Acquario, l'ascendente celeste legato al fenomeno della processione degli equinozi. Siccome l'Acquario, come tutti i segni zodiacali, per esprimere le proprie potenzialità è strettamente legato in rapporto dialettico con il suo segno opposto, c'è da immaginarsi che la nuova era si svilupperà sotto l'influenza della polarità Acquario/Leone (difatti è nel corso dell'era del Leone, circa 13.000 anni fa, 180 gradi sulla grande ruota zodiacale, che si verificò l'ultimo cambiamento energetico - evento decantato in diverse culture o religioni : da Noè a Ghilgamesh per arrivare al mito Platonico della scomparsa di Atlantide - Fatti Storici: Fine dell'Era Glaciale ed Estinzione Repentina dei Mammuth). Non a caso tra gli elementi che hanno più contraddistinto la concludente Era dei Pesci, ancor attuale rappresentazione dinamica dall'asse Pesci/Vergine, è stata la continua tensione espressa dagli opposti "di fede contro ragione", "di religione contro scienza", dove l'uno anziché completarsi con l'altro, ne ha cercato il dominio o la sopraffazione, da qui nei secoli il pendolo si è spostato tra periodi di romanticismo (Pesci) e di razionalismo (Vergine).

E così sarà anche per l'entrante "Era dell'Acquario" se non si riuscirà a superare le trappole della conoscenza e del cosidetto linguaggio binario (il divenire, nostra fortuna, nostra condanna) dove una cosa è bella o è brutta. . Solo chi dotato di coscienza può trovare una sintesi tra la Coscienza Collettiva (Acquario) e la Coscienza Individuale (Leone). E' proprio nell'ultimo rapporto dialettico (circa 13.000 anni fa l'Era del Leone) tra Acquario e Leone che troviamo le più antiche leggende riguardanti l'intera umanità, quali l'Età del l'Oro e la sua fine (Era del Leone riconducibile al Sole e all'Oro), Atlantide e la sua fine, il diluvio Universale, e forse la costruzione del quasi Leone la "Sfinge". Come non esistono oroscopi individuali "cattivi" non esistono ere astrologiche "cattive" o migliori di altre, e la risposta riconducibile alla coscienza che ne determina il risultato, Difatti, ogni combinazione astrologica, tradizionalmente decantata come positiva o negativa, può essere costruttiva o distruttiva (anche se ancor la maggior parte dell'astrologia tende ancora a distinguere gli aspetti planetari in negativi e positivi, anziché porre una differenziazione sulla tensione e sul comportamento adeguato) . Secondo lo scrivente e diverse correnti di pensiero la vera peculiarità dei cosiddetti aspetti "negativi" sta nella loro maggiore forza che per essere espressa nella maniera "giusta" necessita senz'altro di un maggiore grado evolutivo di consapevolezza. Quindi non esiste alcuna energia cattiva, ma solo uno errato utilizzo della stessa. E' chiaro che per far sì che questa configurazione planetaria si risolva in una grande opportunità evolutiva, e si possa così entrare in una "nuova Età dell'Oro", e completare quel percorso lasciato forse in sospeso 13.000 anni fa occorre che l'Uomo riesca finalmente a fare pace con se stesso riscoprendo il suo Centro (Nosce Te Ipsum); i due emisferi celebrali, collegati alla razionalità e al sentimento, devono smettere di farsi guerra. Cielo e Terra una cosa sola!

Argomenti

  • Fase conclusiva di una Nuova Fine o Alba di un Nuovo Inizio?

    L'universo è governato da cicli energetici

  • Cronache dal Pianeta Terra

    Ipotesi Extraterrestre e Controllo Globale ?

  • L'Eterno Istante

    Spesso si sente parlare di Ofiuco come di un ipotetico "tredicesimo segno"



2000-2015 Mediatica S.r.l. - Tutti i diritti riservati