Visualizzati:


  • Acrofonolgia | Astrologia e Musica

    Collegamenti fra note musicali e pianeti. Tutto ciò che esiste in questa dimensione emette un segnale elettromagnetico, vibrando su di una determinata frequenza, perciò tutto ciò che esiste in questa dimensione ha un colore, anche se non lo vediamo, e tutto ha un suono, anche se non lo sentiamo. Non a caso sette sono le note fondamentali, sette sono i colori fondamentali, sette sono i pianeti personali, sette sono i centri di energia (i chakra), sette sono i giorni della settimana. Attraverso l'Ottava, la musica diviene forza universale conciliando i contrari e generando l'unità. La comprensione del Circolo Zodiacale e così dell'Eterna Musica delle Sfere (Platone) porta ad ascendere l'individuo verso l'Ottava dell'Anima (il Tredicesimo Segno). Rudolf Steiner, rifacendosi all'antica astrologia esoterica, individuava i seguenti collegamenti: "Do con Marte; Re con Mercurio; Mi con Giove; Fa con Venere; Sol con Saturno; La con il Sole; Si con la Luna". Altri ricercatori, utilizzando invece lo schema pentacolare, hanno individuato i seguenti collegamenti: Do con Mercurio; Re con Venere; Mi con il Sole; Fa con Marte; Sol con Giove; La con Saturno; Si con la Luna.

  • Afflitto

    Un pianeta si definisce afflitto quando è in aspetto disarmonico con un altro pianeta o con un altro punto sensibile della zodiaco come la quadratura (90°), l'opposizione (180°) e il quinconce (150°).

  • Anno Platonico

    La Terra impiega circa 25.868 anni per percorrere con moto retrogrado i dodici segni zodiacali. Difatti ogni 2.160 anni circa il punto vernale (Precessione degli Equinozi), a causa dell'inclinazione dell'asse terrestre, con moto apparente, passa da un settore zodiacale all'altro (grande mese) in senso inverso a quello di tutte le altre rotazioni zodiacali. Ogni Grande Mese, segnando un determinato periodo storico, viene denominato "Era". In questo periodo (gli ultimi 72 anni) si sta verificando il passaggio dall'Era dei Pesci all'Era dell'Acquario.

  • Apocalisse

    Dal Greco, significa "Rivelazione". Togliere il velo. Uscire dalla "Caverna Platonica" dominata dalle ombre. Secondo alcuni,l'Apocalisse dovrebbe realizzarsi con l'ingresso definito nell'Era dell'Acquario nel dicembre 2012 (o 2005/2006 in caso di sfasamenti sul calendario). A livello individuale si realizza con l'apertura dei "Sette sigilli", o "Sette Chakra", o piena comprensione dei "Sette Pianeti Personali/i Sette Raggi Planetari" e l'apertura del "Terzo Occhio". Chi la realizza, cessa di avere un "segno", "una personalità","un destino" ed acquisisce le potenzialità espresse dal "Tredicesimo Segno", il segno degli illuminati.

  • Archetipi

    Gli Archetipi, i mattoni del pensiero.

  • Arachne

    Tredicesimo segno dello zodiaco lunare (basato sulle rivoluzioni lunari). Sembrerebbe riguardare la pura forza psichica e avrebbe quindi come elemento di riferimento l'etere e non i 4 elementi tradizionali dell'Astrologia Solare/Classica. Corrisponde alla costellazione dell'Auriga. In gran considerazione presso le culture Celtiche/Druidi.

  • Ascendente

    L'Ascendente è il segno Zodiacale che sorge ad Oriente nell'esatto momento della tua nascita, al primo respiro. L'Ascendente, Segno Sorgente o Cuspide della Prima Casa, esprime la personalità dell'individuo caratterizzandone anche l'aspetto fisico.

  • Aspetti

    Distanza angolare tra due pianeti o punti sensibili. La tradizione distingue gli aspetti in buoni e cattivi, in realtà, per verificare la positività dell'effetto di un aspetto, bisogna prima individuarne il giusto utilizzo, difatti occorre sempre una corretta canalizzazione delle energie messe in gioco.

  • Aspetto Negativo

    La tradizione classifica gli aspetti tra pianeti e/o punti sensibili in negativi e positivi. Negativi sono il quadrato, l'opposizione, il quinconce ed alcune congiunzioni. In realtà non esiste alcuna reale differenziazione. La vera peculiarità dei cosiddetti aspetti "negativi" sta nella loro maggiore forza che per essere espressa nella maniera "giusta" necessita di un maggiore grado evolutivo di consapevolezza. Quindi non esiste alcuna energia cattiva, ma solo uno errato utilizzo della stessa. Difatti, anche un aspetto "positivo", può dare, se utilizzato scorrettamente, effetti negativi quali passività, indolenza ed ignavia.

  • Aspetto Positivo

    La tradizione individua il Sestile, il Trigono ed alcune Congiunzioni (oltre ad alcuni aspetti minori) quali aspetti positivi, in realtà vedasi quanto enunciato per gli aspetti negativi.

  • Astrocartografia

    Studio dei luoghi proprizi. Sovrapposizione di una mappa astrale individuale su di una Mappa Geografica Mondiale.

  • Astrogeografia

    Studio delle Affinità energetiche esistenti tra i 12 Segni Zodiacali e i Continenti, Nazioni, Regioni e Città del Pianeta Terra (Gaya).

  • Astrologia Karmica

    Studia tutte le dinamiche dell'anima, in base alla legge del karma della causa e dell'effetto, ponendole al di la delle apparenze del tempo e dello spazio.

  • Astrologia

    l'Astrologia è il più antico sistema di conoscenza elaborato dall'uomo e pone in evidenza il forte legame esistente tra l'uomo e il creato, tra il micro e il macro-cosmo, tra l'infinito e l'infinitesimale. L'Astrologia Terrestre studia l'influenza dei corpi celesti sugli eventi e sulla natura dell'uomo.

  • Bambini Indaco

    Nuovo Piano evolutivo delle nascite. Secondo alcuni ricollegabile ad un imminente nuovo ciclo della Terra (vedasi 2012). Un bambino si dice indaco in quanto riconoscibile dall'aura color indaco.

  • Carta del Cielo, o Tema Natale

    La Carta del Cielo nell'ambito delle corrispondenze tra Micro e Macro Cosmo è la fotografia celeste della nascita di un individuo. Sul Grafico Astrale della Carta del Cielo vengono rappresentati in maniera dettagliata i pianeti, i segni, gli aspetti e le case presenti nel luogo, nella data e nell'ora in cui un individuo emette il primo respiro.

  • Caos

    Nella moderna teoria dei sistemi, il termine “caos” definisce lo stato di un sistema in cui i cicli e i relativi processi lasciano il posto a un comportamento complesso, apparentemente disordinato, governato da cosiddetti attrattori bizzarri o caotici. In questo stato, il sistema reagisce anche a fluttuazioni minuscole, talvolta incommensurabilmente piccole. Una finestra di caos — che nei contesti umani si chiama “finestra decisionale”— è un periodo transi­torio nell’evoluzione di un sistema, durante il quale qualsiasi input o influsso, per quanto piccolo, può “esplodere” modificando trend esistenti e dando vita a trend e processi nuovi. Il punto del caos è a sua volta il punto di svolta cruciale nell’evoluzione di un sistema, in cui i trend che hanno portato il sistema al suo stato di rottura presente si spezzano e non possono più riportarlo agli stati e alle modalità di comportamento precedenti. Il sistema si ritrova irreversibilmente proiettato su una nuova traiettoria che porta al suo collasso, oppure all’emergere di una nuova struttura e di una nuova modalità di funzionamento. (tratto da:"2012 Il punto del caos" da Ervin Laszlo, "Il punto del caos", Urra Edizioni Traduzione di Marco Massignan"

  • Case

    Le Case sono 12, come 12 sono i segni zodiacali; rappresentano i settori della vita verso cui le energie espresse dalle configurazioni planetarie tenderanno ad esprimersi. Le Case collegano concretamente l'individuo alla sua esperienza terrena. Si applicano al Tema Natale attraverso la Domificazione. Le case più importanti sono quelle angolari e vengono indicate con i numeri romani (I Casa-Ascendente, IV Casa -Fondo Cielo/Immum Coeli, VII Casa -Discendente, X Casa- Medium Coeli). Nello specifico :la I Casa coincide con l'Ascendente ed esprime la personalità dell'individuo; la 2° Casa esprime i valori materiali e tutto ciò che ci occorre per sopravvivere; la 3° Casa riguarda la comunicazione e i contatti con l'ambiente circostante, esprime gli studi inferiori di tipo scolastico; la IV Casa riguarda l'individuo partendo dalle origini, dalla famiglia, da ciò che si eredita dall'ambiente circostante; la 5° Casa esprime la procreazione, il gioco, il sesso e i figli; la 6° Casa esprime il quotidiano, il lavoro subordinato, la nostra salute; la VII Casa esprime la nostra capacità di fondersi con un altro "Io", quindi le unioni di coppia, il matrimonio, le società e le associazioni; la 8° Casa è legata alla morte, alla sessualità, alle successioni ereditarie e così anche al denaro che può essere ricevuto; la 9° Casa è legata alla Filosofia e al Misticismo, esprime i viaggi, l'estero, gli studi superiori,il lontano; la X Casa o Medium Coeli è legata all'ambizione e al successo, esprime la capacità dell'individuo di rendersi indipendente; la 11° Casa è legata alle amicizie e al sociale; la 12° Casa si collega alle varie prove che si dovranno superare nel corso della vita. Ciascuna casa, partendo dall'Ariete, si ricollega concettualmente ad un "segno Zodiacale". Ogni casa astrologica, attuandosi in un rapporto dialettico con i valori e l'esperienze offerti dalla casa opposta, costruisce un sistema bi-polare formato da 6 Assi. Scopo dell'Uomo Evoluto è quello di riportare l'equilibrio in questo schema, centrandolo, così comprendendo che Tutto è Uno.

  • Chirone

    Pianetino e/o Asteroide, di recente scoperta, dalla orbita complessa, tra Giove ed Urano. Ritenuto dall'Astrologia Moderna pianeta di collegamento tra i pianeti interni, che rappresentano gli aspetti personali, con i pianeti esterni traspersonali. Il suo ritorno, a 50 anni, viene annoverato tra i passaggi chiavi dell'esistenza:Se compreso, può costituire un ponte fra il personale e il transpersonale, fra il mondo fisico conosciuto e il mondo delle immagini che emergono dagli archetipi. Grazie al ritorno di Chirone (congiunzione - termine di un ciclo) l'individuo ha una opportunità per far fare pace al Cielo con la Terra, alla Materia con lo Spirito.

  • Configurazione

    Un aspetto che coinvolge tre o più pianeti nella carta del cielo.

  • Congiunzione

    Due o più pianeti si possono trovare ad una distanza ravvicinata in cui le tendenze tendono a fondersi in un'unica energia (+/- 9 gradi per i maggiori aspetti). La congiunzione è l'aspetto di maggiore forza, può essere benefico o malefico, ciò dipende dal valore dei pianeti coinvolti.

  • Costellazione

    Un apparente gruppo di stelle in una determinata parte del cielo. L'astronomia ne riconosce 88, di cui 13 sulla fascia zodiacale. In realtà sono illusioni di prospettiva dovute alla posizione particolare della Terra. Non vi è alcuna corrispondenza con i 12 segni zodiacali. In realtà, in astrologia, i 12 segni sono individuati in base ai 4 "cicli stagionali" e così in base alle 3 fasi di "ascesa, culmine e discesa"; il riferimento alle 12 costellazioni nell'astrologia tropicale ha solamente valore simbolico ed appartiene al periodo greco-romano mentre la struttura astrologica attuale risale al periodo dei Sumeri, ben 4000 anni prima circa.

  • Cuspide

    Punto d'inizio di una Casa Astrologica o di un Segno Zodiacale.

  • Decade

    Ciascun Segno Zodiacale è diviso in tre parti uguali di 10 gradi denominate Decadi o Decani.

  • Declinazione

    La Declinazione è la distanza angolare misurata in gradi a Nord o a Sud dell'equatore celeste.


  • Discendente

    Punto Opposto all'Ascendente, astronomicamente corrisponde alla fase del tramonto, astrologicamente è la Cuspide della Settima Casa e descrive l'interazione di ognuno con gli altri (matrimonio, unioni, società e associazioni).

  • Effemeridi

    Tabelle che indicano in maniera dettagliata le posizioni dei pianeti e così dei punti sensibili nel tempo e nello spazio.

  • Elementi

    Secondo la tradizione, tutta la materia deriva dalla combinazione di 4 elementi presenti in natura:L'Aria per la materia Gassosa, l'Acqua per la Materia Liquida, il Fuoco per la Materia Radiante e la Terra per la Materia Solida. Tolomeo, applicando la "teoria degli elementi" all'Astrologia, assegnò ad ogni elemento, tre segni zodiacali. Divisione Quaternaria dello Zodiaco. I segni che appartengono allo stesso elemento hanno caratteristiche similari (Vedasi segni di Fuoco, di Terra, d'Aria e d'Acqua). Il Quinto Elemento, il fulcro della croce, preso in considerazione dall'Astrologia Esoterica è il collante di tutti gli altri 4:simboleggia l'amore e l'unione.

  • Equinozi

    Momenti dell'Anno in cui iniziano Primavera e Autunno. Indicano una durata uguale tra il giorno e la notte. L'equinozio di primavera del 21 marzo, da cui parte l'anno astrologico, viene denominato anche punto gamma o punto vernale.

  • Era dell'Acquario

    Secondo alcuni uno dei segni dell'inizio dell'era dell'Acquario è stato il ritrovamento nel 1947 dei "Rotoli del Mar Morto" dei cosidetti "Vangeli Apocrifici" all'interno di un'anfora (simbolo dell'Acquario). Astrologicamente corrisponde ad una fase di 2160 anni ed corrisponde al tempo che occorre al Punto Vernale dell'Eclittica per percorre un Segno Zodiacale del Grande Anno Platonico (dove ogni grado corrisponde a 72 anni terrestri) in maniera antioraria. Periodo in cui il Segno dell'Acquario eserciterà una forte influenza.Comunque secondo molti, l'ingresso definito nella nuova era si avrà soltanto con l'arrivo del mitico 2012 come indicato dai Maya, gli orologiai del Sistema Solare, veri depositari e padroni della misurazione del tempo.

  • Femminili

    Secondo la tradizione Astrologica i Segni di Terra e Acqua appartengono alla polarità negativa (energia ricettiva).

  • Fisso

    I Segni che si collocano al centro di ogni stagione, rappresentandone così il culmine, si dicono fissi. Sono fissi il Toro, il Leone, lo Scorpione e l'Acquario. Secondo la tradizione sono correlati ai 4 Cavalieri dell'Apocalisse e ai 4 Evangelisti. Esprimono potere, forza psicologica e stabilità.

  • Fondo Cielo (F.C.)

    Cuspide della IV Casa, vedi Case Astrologiche.

  • Gaya

    Il Pianeta Terra inteso come entità spirituale.

  • Giove

    Pianeta Benefico, governa la 9° Casa, il suo Domicilio Diurno è nel Sagittario, mentre il suo Domicilio Notturno è nel segno dei Pesci. Si ricollega agli Archetipi di Spazio, Fortuna, Espansione, Giustizia e Benessere. Secondo la tradizione astrologica è il pianeta della "Fortuna maior"; nell'oroscopo natale indica il punto di maggior fortuna. Durante l'attuale vita media di un uomo occidentale compie circa 7 cicli completi. Queste cicli sono indice di diverse fasi d'espansione delle capacità individuali.

  • Governatore

    Ogni segno zodiacale è governato da un pianeta specifico in relazione al massimo grado di affinità archetipiale. Alcuni segni zodiacali, come lo Scorpione, l'Acquario e i Pesci hanno un governatore "antico" e così un altro "moderno". Infatti la scoperta dei pianeti "transaturnini" ha portato ad una nuova classificazione dei governatori zodiacali. Lo Scorpione è governato da Marte e Plutone, l'Acquario da Saturno ed Urano, e così i Pesci da Giove e Nettuno.

  • Grado

    Un grado è 1/360 di un cerchio. In Astrologia, i gradi sono utilizzati come unità di misura dell'anello zodiacale.

  • Grande Croce

    Configurazione in cui Quattro pianeti formano una serie di quadrati e di opposizioni. E' un aspetto di fortissima energia di solito presente in temi individuali di grande importanza. Famosa la grande croce avvenuta l'11 agosto 1999 nei quattro segni fissi. Secondo alcuni quest'aspetto è stato il segnale di svolta dell'apocalisse (dal greco =rivelazione) espresso dai 4 cavalieri (il Toro, il Leone, lo Scorpione/l'Aquila e l'Acquario/l'Angelo).

  • Grande Trigono

    Quando ci sono tre pianeti, di solito dello stesso Elemento, che con reciproci aspetti di 120°, formano un triangolo. L'energia espressa da questa configurazione è molto armoniosa.

  • Immum Coeli (IC)

    Cuspide della IV Casa, vedi Case Astrologiche.

  • I Quattro Cavalieri dell'Apocalisse

    Configurazione Zodiacale realizzatesi nell'Agosto 1999 con la "Grande Croce Fissa", nuovamente presente tra il 2005 e il 2006. Composta dai quattro segni del Toro, del Leone, dello Scorpione e dell'Acquario. Presente sulla 21° Carta dei Tarocchi o Scala Reale (Percorso Simbolico dell'Uomo verso l'Illuminazione) "il Mondo". Sono uno dei segnali di svolta dell'Apocalisse.

  • Karma

    Che cosa è il karma ? Una premessa, o un'abitudine proveniente dal passato, che l'anima consapevole, sa decifrare, completandola o correggendola. Non è assolutamente una condanna, anche se nella "tradizione" viene definito come la "Legge della causa ed effetto", dove ad ogni azione corrisponde nessariamente una reazione. E' una delle leggi dell'universo finito che può tenerci imprigionati in Maya (questo Universo).

  • Libero Arbitrio

    Stato dell'anima consapevole. Si raggiunge con l'illuminazione (vedasi il Tredicesimo Segno).

  • Lilith o Luna Nera

    Punto immateriale del Cielo. In realtà secondo fuoco dell'orbita lunare. Rappresenta il principio femminile quando trovasi in posizione antagonista a quello maschile. In un Tema Natale indica il lato oscuro della personalità nonché la potenza della propria sessualità. Aspetto rivelante nell'Astrologia Karmica ed Evoluzionistica.

  • Luminari

    Termine con cui si identificano I corpi celesti di maggiore importanza quali il Sole e la Luna (razionalità ed istinto).

  • Luna

    Il Luminare, manifestazione del principio passivo femminile, ha il suo domicilio in Cancro , esprime gli archetipi d'immaginazione e d'ispirazione. In un oroscopo individuale, attraverso le qualità del segno in cui si trova, fornisce indicazioni sulla psiche del soggetto stesso. In un oroscopo maschile indica la madre e così il tipo di donna ideale, mentre in un tema femminile da preziose informazioni sul modo di essere donna.

  • Marte

    Pianeta ritenuto dalla tradizione come Malefico, governa la I Casa, il suo Domicilio Diurno è nell'Ariete, mentre il suo Domicilio Notturno è nel segno dello Scorpione. Si ricollega agli Archetipi d'Azione, Possesso, Guerra e Desiderio. In un tema individuale indica la forza di volontà. In un tema femminile può rappresentare la figura del partner.

  • Maschili

    Così sono ritenuti dalla tradizione i Segni di Fuoco e d'Aria (rispettivamente:Ariete, Leone, Sagittario - Gemelli, Bilancia, Acquario)

  • Maya

    Il Nostro Universo, in realtà illusione materiale che può rendere prigioniera la mente e così l'anima individuale. Secondo Carlos Castaneda, l'universo ha la struttura di una cipolla (universi paralleli che si esprimono su frequenze diverse), dove è possibile muoversi attraverso l'intento (anima consapevole).

  • Medium Coeli (MC)

    Uno dei quattro maggiori angoli della carta del cielo, rappresentandone il mezzogiorno, ne è il punto più elevato. Corrisponde alla Cuspide della Decima Casa. Mostra la via che si sceglie per realizzare il proprio destino, il proprio successo.


  • Mercurio

    Pianeta ritenuto dalla tradizione come Neutro, governa la 3° Casa, il suo Domicilio Diurno è nei Gemelli, mentre il suo Domicilio Notturno è nel segno della Vergine. Si ricollega agli Archetipi dell'Intelligenza e così a tutte le Vie della Comunicazione.

  • Nettuno

    Pianeta ritenuto dalla tradizione di natura femminile, il suo Domicilio Diurno è nei Pesci, mentre il suo Domicilio Notturno è nel segno del Sagittario. Si ricollega alla Psiche; è un pianeta di collegamento con altre dimensioni. In un tema natale indica la disponibilità dell'individuo alla metamorfosi, e così, è anche fonte di creatività.

  • Nodi Lunari

    Sono i punti in cui la Luna attraversa l'eclittica. Percorrono il loro cammino a ritroso. Sono legati allo studio dell'Astrologia Evoluzionistica e così del Karma. Mentre il Nodo Nord pone gli obiettivi più elevati, il Nodo Sud indica quali siano i bagagli o le zavorre provenienti dal passato.

  • Ofiuco

    13° costellazione zodiacale, piuttosto ampia, compresa tra le costellazioni dello Scorpione e del Sagittario. Deriva dalla parola greca "Ofiokos" :" colui che tiene il serpente". Non è un segno zodiacale.

  • Opposizione

    Aspetto di 180° ritenuto dalla tradizione come negativo. Difatti nell'opposizione, una delle due forze in gioco tende a sopravalere sull'altra. In realtà vedasi quanto scritto sugli aspetti negativi. Nella pratica astrologica l'opposizione, infatti, è sempre un indicatore della necessità della persona di acquisire un punto di vista distaccato sui valori indicati dai pianeti coinvolti, inizialmente attraverso un atteggiamento duale, cioè di oscillazione tra i due poli del problema, e poi unitario, in quanto entrambi facce della stessa medaglia.

  • Orione

    Orione è un personaggio della mitologia greca. citato da Omero come un bellissimo cacciatore, un gigante che venne ucciso dallo Scorpione e resuscitato da Esculapio. Sembra che fosse ucciso nuovamente da Artemide (Diana), gelosa per la sua perizia nella caccia. Sulle radici del nome, Pindaro lo chiama Oarion, che significa guerriero. In cielo è rappresentato come l'inseguitore delle Pleiadi e per questo viene associato ad un altro mito:egli cercava una di esse, Merope, e per questo motivo sarebbe stato accecato da Oenopion, re di Chio. Su consiglio di Vulcano egli si arrampicò su un monte dell'isola di Lemno e si volse verso il Sole nascente, riacquistando la vista. Sia Orione che le Pleiadi sono due delle configurazioni più antiche, forse create assieme, anche perchè furono utili agli agricoltori ed ai naviganti. Orione venne chiamato da Virgilio, Plinio e Orazio il "tempestoso" ovvero "l'annunciatore di pericoli in mare". In tutte le figure che lo rappresentano ha sul braccio sinistro un vello di copertura (la sequenza delle stelle denominata con la lettera pi greco di cui si è detto sopra), mentre con la mano destra brandisce una clava (il gruppo di stelle che si inserisce a nord, tra i Gemelli e il Toro, che termina con le Chi 1 e 2). Anche altri popoli videro qui la figura di un gigante; gli arabi lo chiamorono infatti Al-Giauza e da loro provengono i nomi di diverse stelle di questo asterismo. Betelgeuse, per esempio, era (tradotta dall'Almagesto) Menkib-al-giauza, cioè "la spalla del gigante", perchè essa era posta su una spalla. Nei trattati latini, invece, rientrò col nome di Mancamalganze o Malgeuze. Però gli arabi la chiamarono anche Yad-al-giauza, cioè "la mano del gigante" ed una traduzione del 1200 sbagliò l'iniziale interpretandola con una "b" e divenne Bedalgeuze. Scaligero la cambiò in Betelgeuze. Il Bayer, invece, la scrisse erratamente Beteigeuze. La delta è Mintaka, "la cintura", e la zeta è Alnitak, che avrebbe lo stesso significato; la beta è Rigel, "la gamba" o "il piede". La iota era chiamata Nair-al-Saif, "la brillante della spada". Di tutt'altra origine è Bellatrix, la guerriera o, forse, l'amazzone, mentre Alnilam dovrebbe significare "una cintura di perle".

  • Oroscopo

    In questo secolo, la parola "oroscopo" è divenuta sinonimo di oroscopi giornalieri sui quotidiani generici per tutti i 12 segni zodiacali. In realtà, questa parola deriva dal greco ora (ora) skopein (guardare) ed anticamente designava l'osservazione del punto dell'eclittica situato all'orizzonte al momento della nascita.

  • Oroscopo negativo

    L'Oroscopo negativo non esiste. Esiste solamente la risposta Errata;

  • Passaggi Chiave dell'Esistenza

    Durante il corso dell'attuale vita media Urano, Saturno e Giove compiono, uno o più passaggi chiave ritornando sulla propria posizione natale. Difatti, mentre Urano compie un intero ciclo (84 anni), si verificano 3 Ritorni di Saturno (29,58/60,87/89 anni circa) e 7/8 Ritorni di Giove (a 12, 24, 36, 48, 69,72, 84 e 96 anni circa). Questi "Ritorni" fissano gli "steps" del nostro cammino evolutivo sul Pianeta Terra, e vanno sempre analizzati e compresi nell'ambito delle rispettive Polarità messe in gioco dai transiti e così dalle posizioni natali. Il sistema astrologico ancorandosi alla Terra (o case astrologiche, attua uno schema bipolare, dove ogni casa zodiacale si integra e si completa con la propria casa opposta strutturandosi così su di un sistema 6 Assi). Lo scopo di ogni Ritorno è quello di riportare l'equilibrio nella dialettica delle Polarità. Il Ritorno di Chirone (mitico centauro, metà animale e metà uomo evoluto, guaritore) avviene a 50 anni; secondo l'astrologia Moderna questo ritorno sembrerebbe offrire un ulteriore opportunità per ristabilire l'equilibrio tra l'emisfero sinistro con quello destro (celebrale), tra la materia e lo spirito, tra la Terra e il Cielo.

  • Pianeti

    In Astrologia, impropriamente , tutti i corpi del Sistema Solare vengono classificati come pianeti, senza esclusione per stelle, quali il Sole, e la Luna, quale pianeta satellite della Terra. Il termine deriva dal greco planétes ed indica errante.

  • Prometeo

    "Guardando la Terra dall'alto dell'Olimpo, Giove la vedeva deserta e desolata. Era abitata da uomini e da animali, ma essi vivevano miseramente, nascosti nelle loro tane e nelle profonde caverne dalle quali non osavano uscire che raramente:solo di notte, gli uni temendo gli altri, s'avventuravano fuori in cerca di cibo. Giove pensò che questa continua paura doveva finire e chiamò Epimeteo, figlio del titano Giapeto, e gli disse di scendere sulla Terra affinchè donasse ad ogni essere quanto gli occorresse per difendersi e procurarsi il cibo senza più paura. Epimeteo, sceso sulla Terra, diede a tutte le creature quanto ad esse occorreva:qualcuna ebbe zanne ed artigli; altre ebbero ali per volare, fiuto sottile, udito pronto; altre ancora ebbero la velocità nella corsa, altre l'astuzia, altre la forza. Soltanto l'uomo, pieno di paura, rimase nascosto e non si fece avanti per cui Epimeteo si dimenticò di lui e non gli diede nulla. Di ciò s'accorse Prometeo, fratello di Epimeteo. Prometeo era il più intelligente di tutti i Titani. Aveva assistito alla nascita di Minerva, dea della sapienza, dalla testa di Giove, e la dea stessa gli aveva insegnato l'architettura, l'astronomia, la matematica, la medicina, l'arte di lavorare i metalli, l'arte della navigazione. Prometeo, che amava molto il genere umano, aveva a sua volta generosamente insegnato tutte queste arti ai mortali. Aveva un grosso cruccio, però, che gli uomini non conoscessero ancora il fuoco e conducessero una vita graffia e meschina, molto simile a quella delle bestie. Poiché non poteva accettare che soccombessero alla forza della Natura o alla ferocia delle belve, pensò di dar loro questo prezioso dono che li avrebbe resi i padroni indiscussi della Terra. Col fuoco gli uomini avrebbero potuto scaldarsi d'inverno, cuocere la carne che, come animali e con gran fatica, mangiavano cruda; tenere lontane le fiere, illuminare le caverne e la notte; avrebbero potuto fondere i metalli e darsi così attrezzi per lavorare la terra ed armi per difendersi e cacciare. Ma esso apparteneva agli Dei che ne erano assai gelosi ed era ben protetto nelle viscere della Terra nell'officina di Vulcano, il dio del fuoco, che fabbricava, con l'aiuto dei Ciclopi, i fulmini di Giove. Prometeo pensò di rubarlo e una notte, dopo aver addormentato Vulcano con una tazza di vino drogato, rubò qualche scintilla che nascose in un bastone di ferro cavo; poi corse dagli uomini ed annunciò che recava loro il dono più grande. Ben presto tutta la Terra brillò di fuochi attorno ai quali gli uomini cantavano felici! Le fiamme, il fumo e le grida di gioia destarono Giove che guardò in basso. Vide e comprese. Avvampando d'ira esclamò che colui che aveva rubato il fuoco doveva essere terribilmente punito, e vedendo Prometeo tra gli uomini capì di chi fosse stata la colpa. Incaricò Vulcano, reo di non aver saputo custodire a dovere il fuoco, di eseguire la condanna. Vulcano, obbedendo a malincuore agli ordini impartiti da Giove, incatenò Prometeo su un'alta rupe ; ribattendo col martello le infrangibili catene che aveva preparato, Vulcano disse a Prometeo di farsi coraggio perchè avrebbe dovuto soffrire la fame, la sete e il freddo, e di consolarsi pensando che senza di lui gli uomini sarebbero stati presto sterminati. Vulcano se ne andò e Prometeo rimase lassù, legato sulle rocce e su vertiginosi precipizi. Ma non dovette soffrire solo fame, freddo e sete! Ogni giorno, infatti, una grande aquila veniva svolazzando da lui e con gli artigli gli squarciava il ventre, divorandogli il fegato col becco adunco; durante la notte il fegato ricresceva, le ferite si rimarginavano e il mattino dopo Prometeo doveva subire nuovamente il martirio. Un giorno Ercole vide l'aquila straziare Prometeo incatenato; col permesso di Giove, suo padre, abbattè allora il rapace e spezzò le catene:Giove dall'Olimpo, volgendo gli occhi al cielo, annunciò a Prometeo che lo rendeva libero. A quel punto Prometeo gli espresse il desiderio di restare per sempre su quel monte, così, guardandolo, gli uomini si sarebbero rammentati che era stato lui a dar loro il fuoco. Fu trasformato, subito, in una grande e maestosa roccia."(tratto da www.scienzaenatura.it)

  • Plutone

    Dall'Astrologia tradizionale il pianeta è ritenuto di genere maschile. Governa l'8° casa e ha il suo domicilio diurno nel segno dello Scorpione. Il pianeta simboleggia le qualità collegate alla trasformazione, alle forze nascoste, al potere, al magnetismo e così all'energia sessuale. In un oroscopo individuale indica la capacità di far ricorso alle forse vitali più profonde, quelle che sono celate nel fondo dell'animo umano. Distrugge, purifica e rinnova, blocca e ossessiona, lavorando sempre in profondità ed ad ogni livello. Dal 2008 al 2024 si troverà nel segno del Capricorno. L'ultima volta che Plutone è passato nel segno del Capricorno è stato nell 1778 (1776 anno della Dichiarazione d'Indipenenza Americana). Il successivo passaggio di Plutone in Acquario segnò l'ingresso nell'era Contemporanea con lo scoppiare sia della Rivoluzione Francese che di quella Americana". Di recente l'astronomia odierna ha declassificato la natura di pianeta di Plutone (2006). Tale declassificazione non ha alcuna conseguenza per l'interpretazione astrologica, ed è in contrasto con un'accurata analisi della storia umana in chiave astrologica. Difatti in ogni fatto storico eccezionale si individua un forte aspetto di Plutone (di stretta congiunzione , di stretta quadratura e di stretta opposizione).

  • Quadrato a T

    Questa configurazione planetaria è formata da due pianeti in opposizione, entrambi quadrati ad un terzo pianeta detto "Apex". Quest'aspetto è indice di una forte personalità, caratterizzata da tensioni e dinamismo.

  • Quadratura

    Corrisponde ad una distanza angolare di 90°. Quest'aspetto, dalla tradizione, è ritenuto negativo; difatti rappresenta un conflitto, tra due forze che, tra loro, hanno posizioni inconciliabili. In realtà vedasi quanto scritto sugli aspetti negativi.

  • Qualità

    I Segni sono classificati a seconda delle loro qualità e della loro posizione all'interno delle single fasi stagionali in Cardinali, Fissi e Mobili.

  • Quinconce

    Aspetto di 150° ritenuto dalla tradizione astrologica di tipo disarmonico. In realtà vedasi quanto scritto a riguardo degli aspetti negativi.

  • Retrogrado

    Un pianeta si dice retrogrado quando per un'illusione ottica dell'osservatore terrestre sembra procedere all'indietro anziché in maniera diretta. Di solito gli effetti dei transiti dei pianeti retrogradi tendono ad essere amplificati.

  • Samsara

    Ciclo del divenire, legato al ciclo delle morti e delle rinascite (reincarnazioni), aspetto fondamentale nello studio dell'Astrologia Karmica.

  • Saturno

    Dall'Astrologia tradizionale il pianeta è ritenuto di genere neutro. Governa la X casa e ha il suo domicilio diurno nel segno dell'Acquario, mentre ha il suo domicilio notturno nel segno del Capricorno. Le qualità del pianeta si ricollegano al tempo, ai cicli del divenire, alla conoscenza, alla razionalità e così al calcolo. In un oroscopo natale Saturno pone l'individuo di fronte agli aspetti più critici dell'esistenza (impermanenza e ciclicità), mettendone alla prova le capacità formative di strutturazione personale di fronte agli attaccamenti, oltre che alle capacità personali di liberarsi di tutto ciò non più necessario/compatibile con il proprio cammino evolutivo. Durante l'attuale durata della vita media normalmente compie 3 cicli completi (29 anni, 58 anni, 86 anni circa). Erroneamente nella tradizione astrologica viene indicato come "il Gran Malefico",....per approfondire vedasi "Saturno Contro".

  • Scientismo

    Si intende la pretesa di attribuire alle affermazioni scientifiche un valore assoluto e universale che esse, in quanto legate all’esperienza che è sempre particolare, non possono avere; dimenticando così le lezioni della storia, dove la "Scienza di Ieri" si è spesso rivelata "l'Ignoranza di Domani". Questo Termine viene utilizzato per indicare criticamente gli abusi della ragione scientifica.

  • Segni Cardinali

    Sono l'Ariete (Elemento Fuoco), il Cancro (Elemento Acqua), la Bilancia (Elemento Aria) e il Capricorno (Elemento Terra), segnano l'inizio di ogni stagione e rappresentano l'iniziativa.

  • Segni d'Acqua

    Il Cancro, lo Scorpione e i Pesci appartengono all'elemento d'Acqua. Chi possiede quest'elemento è caratterizzato da un temperamento dotato di sensibilità, intuizione e tenerezza.

  • Segni d'Aria

    Gemelli , Bilancia e Acquario appartengono all'elemento Aria. Quest'elemento è legato alla vita intellettuale, alla comunicazione e ai processi cognitivi.

  • Segni di Fuoco

    L'Ariete, il Leone e il Sagittario appartengono all'elemento Fuoco. Chi possiede quest'elemento è caratterizzato da forza , dinamismo e ottimismo del fare.

  • Segni di Terra

    Il Toro, la Vergine e il Capricorno appartengono all'elemento Terra. Questo elemento è legato agli aspetti pratici della vita, chi lo possiede nella propria carta del cielo è caratterizzato concretezza e perseveranza.


  • Segni Mobili

    I Segni Mobili stanno alla fine di ogni stagione, simboleggiano la mutevolezza della natura. Corrispondono ai segni dei Gemelli (Elemento Aria), della Vergine (Elemento Terra), del Sagittario (Elemento Fuoco) e dei Pesci (Elemento Acqua).

  • Segno Sorgente

    Vedere Ascendente.

  • Segno Zodiacale

    Il Segno corrisponde alla posizione di nascita del Sole nella Carta del Cielo. Non vi è alcuna corrispondenza, se non simbolica, tra i segni zodiacali e le constellazioni. Credere il contrario, è uno dei segni principali di analfabestismo astrologico tipico dello "Scientismo" dominante.

  • Semi- Sestile

    Un arco di 30 gradi. Questa distanza, ritenuta armoniosa, è un aspetto minore.

  • Sestile

    Una distanza tra due pianeti e/o punti sensibili misurata su di un arco di 60 gradi. Questo aspetto, ritenuto favorevole, normalmente si realizza tra segni della stessa natura che entrando in aspetto arricchiscono la propria natura. E' indice d'opportunità.

  • Sinastria

    Comparazione tra due Temi Natali in cui si evidenziano i punti d'incontro e così le aree d'incompatibilità.

  • Sirio

    Stella a cui è legato il percorso del Sole. Secondo i Maya, l'Apocalisse del 2012 sarebbe da ricollegarsi ad un ri-allineamento del Sole, e così di tutto il Sistema Solare, con la Stella di Sirio e con il "Centro della Via Lattea"

  • Sole

    Al Sole si collega il mito di Apollo , "Helios", il Dio della Luce. E' l'astro più importante del tema natale:è dalla posizione del Sole che si individua il segno zodiacale di nascita. Di genere maschile, governa la 5° casa e ha il suo domicilio nel segno del Leone. E' uno dei due luminari; il Sole rappresenta il principio attivo maschile apparentemente opposto al principio passivo femminile manifestato dalla Luna. Il Sole costituisce il nucleo della Personalità, della Forza Vitale e dell'Io Cosciente.

  • Solstizio

    Quando il Sole raggiunge il Massimo della Declinazione. Questa circostanza accade due volte l'anno, con l'inizio dell'Estate, dove la Luce vince apparentemente sulle Tenebre e così con l'inizio dell'inverno dove le Tenebre vincono apparentemente sulla Luce, difatti, pochi giorni dopo, cristianamente con il Natale, si festeggia il ritorno della Luce.

  • Stellium

    In una carta del cielo lo "Stellium" è uno dei punti di maggiore energia. Si ha uno Stellium quando si è in presenza di una congiunzione di tre o più punti sensibili in uno stesso segno o in una stessa casa astrologica.

  • Tarocchi

    I tarocchi (carte) o "Scala Reale" rappresentano il persorso simbolico dell'Uomo, il Bagatto, l'Homo Sapiens Sapientis,verso l'illuminazione. L'uomo una volta compresa la verità, rappresentata dal "Mondo", può raggiungere l'Illuminazione, superando così la frammentazione, il linguaggio binario, la falsa conflittualità tra materia e spirito, divenendo così, agli occhi degli altri, "il Matto" (la ventiduesima ed ultima carta - o Zero), in realtà ritornato alla potenzialità assoluta dello "Zero".

  • Transiti

    E' il metodo previsionale più accreditato, difatti i pianeti nel loro moto perpetuo entrano in rapporto con quelli della carta del cielo, risvegliando così quei meccanismi già presenti nel tema natale di ogni individuo.

  • Tredicesimo Segno

    Si acquisisce il raggiungimento del tredicesimo segno, l'Occhio del Ciclone, l'Ottava Musicale dell'Anima, quando tutte le potenzialità espresse dai 12 Segni Zodiacali si sommano e si acquietano. Si ha quando tutte le forze espresse dai Raggi dello Schermo della Circonferenza Zodiacale (La Ruota del Tempo e dello Spazio) convergono e ricevono la Forza dal Centro che rimane focalizzato sull'eterno istante (in assenza di passato, presente e futuro) . Rappresenta l'illuminazione, il realizzato, il Cristo, il Cristallo (elemento presente in natura dotato di una sincronia perfetta). Il 13° Segno ha perciò rilevanza solamente per l'Astrologia Evoluzionistica, mentre per l'Astrologia Scientifica o Tropicale, non esiste invece alcun 13°, difatti la suddivisione in 12° settori o segni zodiacali, è fatta sulla base dei cicli stagionali terrestri. Spesso confuso dallo "Scientismo" per la constellazione di "Ofiuco", il Serpente.

  • Trigono

    Distanza di 120° misurata tra due pianeti e/o punti sensibili della Carta del Cielo. Normalmente è l'aspetto ritenuto più armonioso (anche se, in alcuni casi, paradossalmente, può favorire la nascita di un temperamento inerte), in cui le rispettive energie tendono a fondersi e così a collaborare. Nella maggior parte dei casi avviene tra segni dello stesso elemento.

  • Universo finito

    E la Parola divenne Film. o Multiuniverso, o Maya, (matrix/film/illusione ?) dominato dall'impermanenza e dallo spazio/tempo. Manifestazione dell'increato. Frammentato, Ciclico e Diviso. Ad ogni inizio "Alpha" corrisponde necessariamente una fine "Omega". Ma..."Dove c'è movimento, lì c'è vita":è contingente all'evoluzione, ne va compresa la frammentarietà. Radunare ciò che è sparso.

  • Universo Infinito

    l'Eterno Istante, il Principio, il Verbo. Coscienza. Dio, Amore Supremo.

  • Urano

    Dal greco, "Cielo Stellato". Pianeta archetipo di libertà, d'originalità e di svolte rivoluzionarie. Non a caso, è l'unico pianeta del sistema solare a procedere in senso retrogrado. Non a caso, fu ri-scoperto in una fase storica in cui la società rompeva bruscamente con il "vecchio mondo" :La "Rivoluzione Francese". In un tema natale è la scintilla che accende la creatività del soggetto. Indica le capacità personali di esprimersi in maniera autonoma e originale. Nella tradizione è associato al mito di Prometeo (colui che sfidò gli Dei per trasmettere il "Fuoco della Conoscenza"agli Uomini) e così al segno dell'Acquario. S'identifica con le persone geniali. E' associato alla modernità e al progresso. Con il suo ciclo di 84 anni segna l'attuale durata della vita media all'interno del mondo occidentale. Durante i suoi principali "steps" individua i momenti chiavi:1° quadratura a 21 anni circa, Mezzo Ciclo/Opposizione a 42 anni circa (secondo alcuni ricercatori questo passaggio è ricollegabile alla salita della Kundalini, se questa dovesse essere erroneamente ostacolata questo transito potrebbe risolversi in una dura crisi di mezza età - l'importante è comunque che l'individuo durante i passaggi della pianeta dia via libera al suo potere creativo), 2° Quadratura di Ritorno a 63 Anni circa.

  • Venere

    Pianeta di genere femminile, domina la VII Casa e ha il suo domicilio Diurno in Bilancia, mentre il Notturno si trova in Toro. Venere è archetipo d'amore, romanticismo, bellezza, cultura, piacere, edonismo, buon gusto e armonia. In un tema natale la vita amorosa di un soggetto è influenzata dalla posizione di Venere. Nella tradizione è associato alla "Fortuna Minor". Le persone con una forte influenza Venusiana hanno la tendenza ad anteporre i piaceri al dovere. E' indice di eleganza e fascino.

  • Verbo (o Suono)

    "In verbis re ipsa." IL PRINCIPIO. Se conosci la parola della cosa, controllerai la cosa stessa.

  • Vertex

    Punto astrologigo per la prima volta teorizzato da Edward Jhondro rilevante per l'astrologia evolutiva. E' un indice delle qualità individuali e descrive l'eredità che il soggetto porta dalle esperienze precedenti (vite passate). Quando un pianeta della carta natale si trova in congiunzione con il Vertex vede le sue qualità rafforzate. Difatti i pianeti che entrano in aspetto con il Vertex facilmente riflettono quelle esperienze che nel corso dell'esistenza attuale devono essere assolutamente comprese, altrimenti vi è il rischio che una stessa situazione tenderà a ripresentarsi continuamente (karma). Per calcolare il Vertex occorre ottenere la co-latitudine del luogo di nascita, sottraendone la latitudine geocentrica da 90. Il risultato (la co-latitudine) si adopera nella Tavola delle Case, come se fosse una latitudine normale; nella colonna del Medium Coeli si cerca il valore del Fondo Cielo (IC) di nascita, l'Ascendente che se ne ricava è il Vertex. Il Vertex è anche un indice di come reagisce il soggetto all'interno della coppia (E' indice di come si reagisce di fronte ad abbandoni e separazioni; su quali potrebbero esser gli obiettivi comuni all'interno della coppia; in quale settore - la casa astrologica in cui cade - l'individuo può esprimere al meglio le proprie potenzialità).

  • Zodiaco

    Dal Greco "Zodiaco", letteralmente significa " Circolo delle Figure Viventi (o degli Animali)". E' la rappresentazione simbolica di una fascia celeste divisa in 12 settori, chiamati segni zodiacali, i cui nomi, solo simbolicamente, sono gli stessi di 12 costellazioni.Luisa Morpurgo (astrologa) definisce lo Zodiaco essere una chiave numerica per l'intepretazione del sistema solare.




2000-2017 Mediatica S.r.l. - Tutti i diritti riservati